Escursione sulla "bisse" di Crans Montana (Vallese)

Una trentina i partecipanti a questa escursione, fra cui parecchi giovani, che per quanto riguarda le Sezioni del CAI, può essere considerata nuova e originale.
Abbiamo risalito la "Bisse du Ro", da Crans alla diga del Rawyl, percorrendo questo canale di alimentazione idrica costruita nel XIV secolo per irrigare gli alpeggi della zona, allora poverissima e priva di acqua dato il clima notoriamente siccitoso del Vallese. (Oggi Crans-Montana è il centro turistico più grande delle Alpi, con 60.000 posti letto).
Il percorso è stato completamente messo in sicurezza e in molti tratti è veramente spettacolare: scavato nella roccia, corre su grandi strapiombi. Ma altri tratti sono invece incisi in magnifici boschi di conifere. Una serie di pannelli (anche in italiano) illustrano l’incredibile "modus operandi" degli alpigiani medioevali che usavano rivolgere questa preghiera: "Dio proteggi coloro che hanno voglia di lavorare".

Il Sentiero naturalistico diventa sentiero della memoria

Nuovi importanti lavori sono stati compiuti sul sentiero naturalistico del Monte Rosa, un percorso tra i più frequentati e che ora diventa un itinerario della memoria e della riconoscenza. Una cinquantina di escursionisti del Cai hanno inaugurato il 20 agosto le nuove opere realizzate con la partecipazione della Provincia e della Regione nella gola di Roffel. Grazie all’allargamento del sentiero, e alla posa di un ponte e di un serie di protezioni, il passaggio è garantito con la massima sicurezza in uno dei punti più spettacolari dell’itinerario.
Inoltre alcuni tratti del sentiero sono stati dedicati a delle persone che per il loro impegno a favore della montagna, hanno meritato un ricordo concreto. Si tratta di Franco Pace, primo presidente del Cai Macugnaga, al quale è stato intitolato il segmento che collega il Belvedere a Pecetto. Alla cerimonia erano presenti i figli e il fratello Furio.
Il sentiero che sale dal bivacco Hinderbalmo al Faderhorn porterà invece il nome di Elio Barlocco e della guida Pierino Iacchini, autori del censimento di tutti gli alpeggi di Macugnaga. Un memorial è stato inoltre riservato a Bob Kovacs, grande appassionato di montagna e cantore del Coro Monte Rosa. La cerimonia inaugurale si è conclusa con la celebrazione di una Messa da parte del parroco di Macugnaga don Maurizio Midali e di don Gianluigi Cerutti, segretario del vescovo di Novara.
In precedenza altri settori del sentiero naturalistico erano già stati dedicati ai cacciatori defunti, ad Antonio Lenzi del Soccorso alpino e a Silvio Saglio, presidente della Società escursionisti milanesi e famoso autore della guida del Monte Rosa per la collana Cai-Tci.
I volontari del Cai Macugnaga hanno provveduto anche alla sistemazione di gran parte della rete sentieristica in Val Quarazza mentre il transito sulla cresta del Passo del Moro è stato nettamente facilitato.

Lumini degli Alpinisti 2012

L'annuale escursione commemorativa "Lumini degli Alpinisti " è ANNULLATA per le cattive condizioni meteo previste Giovedi 1 Novembre su Macugnaga. Grazie comunque a tutti e al prossimo anno!!!
 
Un piccolo gesto che non ti costa nulla.
83003670037
Sostieni la tua Sezione!!!


In collaborazione con Sirio BlueVision la straordinaria mappa interattiva del nostro territorio con l'elenco delle strutture ricettive, gli itinerari e le traccie dei sentieri. 

 

2011-2018  -  CAI - Sezione di Macugnaga  - Partita I.V.A. 01301610034 -  Sito sviluppato con tecnologia CMS Joomla!™

Un Progetto realizzato da Liberotrek in collaborazione con MVM Consulting

Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Per approfondire leggi la nostra Privacy policy.

Accetto i Cookies e continuo.

EU Cookie Directive Module Information