Cai Macugnaga - Storie e altri racconti

Addio ad Alessandro Zanni

Alessandro ZanniMartedì mattina, presso l'ospedale di Alessandria dov'era ricoverato, è mancato Alessandro Zanni, classe 1942. 
Sandro è stato uno dei massimi studiosi e storici moderni della Valle Anzasca. 
Molto legato alla storia locale e alle tradizioni. Si era particolarmente distinto nella ricerca legata alle miniere d'oro anzaschine e alla migrazione delle genti che nelle miniere hanno lavorato. 
Autore con Riccardo Cerri del corposo volume “L'Oro del Monte Rosa” che Sandro definiva: «un mattone da consultare e utile per lo studio. Un lavoro di ricerca durato trent'anni...» Il volume, edito nel 2008 dall'Associazione Culturale Zeisciu, aveva ricevuto una menzione speciale al Premio Gambrinus di San Polo di Piave (TV). Alessandro Zanni ha attivamente collaborato con l'Associazione “Figli della Miniera” presentando varie relazioni tecniche e storiche anche nei recenti convegni dedicati all'oro d'Anzasca. Con l'amico Angelo Iacchini ha visitato miniere in Austria, Trentino, Veneto e Lombardia onde studiare un modello attuabile anche a Pestarena e fruibile a scopo turistico didattico. 
Penna arguta e brillante era fra i componenti della Redazione de “Il Rosa”, giornale di Macugnaga e della Valle Anzasca.  E' stato fondatore e Presidente dell'ASCA (Associazione Storico Culturale Anzaschina) ed ideatore, con Mario Lana, della celebrazione annuale in ricordo dei minatori che si tiene, da 26 anni, al Lavanchetto ogni terzo sabato di luglio. A Vanzone, suo paese natale, ha dedicato una serie di ricerche molto dettagliate ed interessanti, fra queste ricordiamo: “L'Acqua dei Cani” e la “Croce del Pizzo San Martino”. Fu tra i fautori del Comitato  Carnevale di Vanzone che proprio quest'anno compie cinquant'anni. Era stato Frontaliere occupato presso la Lonza AG di Visp. Lascia la moglie Silvia Lenzi, i figli Laura e Marco e gli adorati nipotini, Anna, Mattia e Melissa.

I suoi funerali si terranno domani giovedì 12 febbraio alle ore 14.30 partendo dalla sua abitazione di Vanzone

 

Serata con Teresio Valsesia

La Sottosezione CAI ARSAGO SEPRIO (VA), nell'ambito delle manifestazioni per il 25° della sua fondazione, organizza:

Tutta l’Italia a piedi dalla Sardegna a Trieste

Una serata con Teresio Valsesia che farà rivivere il trekking-record di 6.000 km organizzato vent’anni fa dal CAI

Venerdì 20 Febbraio 2015 ore 21.00
Sala Civica Concordia - Arsago Seprio (VA)
Ingresso Libero

Nuovo sito per la Wengwaldhutte al Belvedere

Rinnovato il sito del Ristorante Wengwaldhutte posto a 2000 mt nei pressi del Ghiacciaio del Belvedere e proprio all'arrivo della seggiovia che sale da Pecetto.
Francesco e Alberto , già gestori del rifugio Oberto Maroli al passo di MonteMoro, si occupano con passione anche di questo accogliente ristorante con cucina tipica piemontese e piatti della tradizione alpina.

Il Rosa Online

Nel corso dell'assemblea soci dello scorso 4 gennaio, la redazione de "Il Rosa" ha presentato l'iniziativa "Il Rosa Online" che permette di ricevere in formato elettronico il roseo periodico.
Il sito web www.ilrosa.info nasce infatti con lo scopo primario di raggiungere nel più breve tempo possibile tutti i sottoscrittori soprattutto coloro che per un motivo o per l'altro non ricevono mai la loro copia cartacea. Grazie alle nuove tecnologie quindi gli affezionati lettori, in particolare quelli residenti all'estero, potranno fruire da subito del servizio e nello stesso tempo garantire un sensibile contenimento dei costi alla redazione.

Visitate il sito www.ilrosa.info ed effettuate la registrazione.

Dopo il generale-cartografo è la volta del fondatore della Croce Rossa

La cima del Monte Rosa, che è formata da un cresta rocciosa scansita da tre punte distinte, si arricchisce di un nuovo nome, che va aggiungersi a quello del generale Guillaume-Henri Dufour, cui è stata intitolata la vetta più alta. Si tratta di Henry Dunant, che fu il primo Nobel per la pace che deve accontentarsi di un torrione roccioso adiacente alla sommità del massiccio, chiamato finora anonimamente Punta Est (Ostspitze).
Si tratta di una sorta di anticima, quotata 4632 metri contro i 4634 della Dufour. Come noto, il complesso sommitale del gruppo del Rosa sorge interamente in territorio elvetico e comprende un terzo risalto molto evidente, ubicato proprio sulla linea di confine con l’Italia. È la Punta di Confine (Grenzgipfel) che costituisce l’apice geografico della parete est del Rosa, sul versante di Macugnaga. La sua quota è leggermente inferiore alle due precedenti: 4618 metri. E per ora rimane identificata con il solo toponimo geografico.

La Punta Zumstein. Alle sue spalle l’intera cresta sommitale della Punta Dufour caratterizzata da tre piccole cime rocciose.A sinistra la Dufour (la più alta del massiccio), al centro la nuova Punta Henry Dunant e a destra (più piccola) la Punta di Confine, che sorge sulla linea della  frontiera italo-svizzera. 

(Dal libro: Monte Rosa regina delle Alpi, di D. Anker, M. Volken e T. Valsesia, (ed. Alberti-Verbania)

Leggi tutto...

E' nata la nuova App di MeteoVetta per essere sempre informati sul tempo in montagna!

L’applicazione - realizzata dal CSI in collaborazione con Arpa Piemonte,  è disponibile in versione Android, scaricabile su Google Play, e nella versione IOS dell’App Store
Consente di visualizzare in modo dinamico e interattivo, i dati osservati e le previsioni meteorologiche dettagliate i settori alpini e  collinari del Piemonte, aggiornate quotidianamente e valide per le 48 ore successive. I dati e le previsioni vengono emesse dall’Arpa Piemonte, ogni giorno, per la giornata in corso e per i due giorni successivi. Inoltre è possibile selezionare la località prescelta, o il giorno preferito di varie località piemontesi con le indicazioni meteorologiche dettagliate. 
Inoltre, nel periodo di emissione del bollettino valanghe, è indicato il grado di pericolo secondo la scala europea.
Fonte: http://www.areeprotetteossola.it

Rai3 Piemonte dedica tre servizi a Macugnaga

Questa importante promozione per la stazione turistica del Rosa è stata propiziata dalla consegna a Gianfranco Bianco, giornalista della sede torinese della Rai, del premio Macugnaga-Monte Rosa indetto dalla Sezione Cai e dal Comune per i suoi numerosi reportages dedicati alla montagna piemontese e in particolare al Rosa.

La prima delle trasmissioni ha visto come protagonista l’alpinista milanese Oliviero Elli che nel 1953 ha compiuto la prima invernale della parete est del Rosa. A ricordo di quella impresa il Club dei 4000 gli ha attribuito un riconoscimento.Il secondo servizio è consistito in un’intervista alla guida Maurizio Vittone, capo del soccorso alpino locale, che ha trattato dell’attuale stagione alpinistica, penalizzata dal maltempo e dalle cattive condizioni del Rosa che continua a essere soggetto alla caduta di frane e di valanghe.Infine una trasmissione tratta della miniera aurifera della Guja, che è stata visitata dalla troupe della Rai per la sua peculiarità: infatti presenta al pubblico uno spaccato pressoché intatto dell’estrazione dell’oro e dell’attività che veniva svolta dai minatori. Le emissioni sono destinate al telegiornale regionale del Piemonte.
Alcune immagini dell'Oliviero a Macugnaga

 Teresio Valsesia

Progetto Wolfalps

Raccogliamo con piacere l'invito dell'Ente Parco Nazionale Val Grande che è partner del progetto LIFE Wolfalps: un programma promosso dall'Unione Europea dedicato al lupo. (Per maggiori dettagli è possibile consultare il sito http://www.lifewolfalps.eu/ ). Nell'ambito di tale progetto è prevista una specifica azione tesa a verificare conoscenze e atteggiamenti relativi alla specie in questione. A questo proposito sono stati predisposti specifici questionari da sottoporre a determinati target di interesse quali allevatori, cacciatori, residenti, studenti, escursionisti ed ambientalisti.  Scopo ultimo del questionario è conoscere meglio le opinioni della popolazione residente nelle aree coinvolte nei confronti del lupo.

Vi invitiamo quindi a compilare il questionario che trovate qui in formato PDF (per la versione cartacea da lasciare in sede) e anche in formato WORD per la compilazione e l'invio alla nostra mail:


 
Un piccolo gesto che non ti costa nulla.
83003670037
Sostieni la tua Sezione!!!


In collaborazione con Sirio BlueVision la straordinaria mappa interattiva del nostro territorio con l'elenco delle strutture ricettive, gli itinerari e le traccie dei sentieri. 

 

2011-2018  -  CAI - Sezione di Macugnaga  - Partita I.V.A. 01301610034 -  Sito sviluppato con tecnologia CMS Joomla!™

Un Progetto realizzato da Liberotrek in collaborazione con MVM Consulting

Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Per approfondire leggi la nostra Privacy policy.

Accetto i Cookies e continuo.

EU Cookie Directive Module Information