Cai Macugnaga - Storie e altri racconti

Questo elettrodotto non s’ha da fare

Parafrasando il Manzoni, "Questo elettrodotto non s’ha da fare". O meglio: la linea di alta tensione da Formazza a Pallanzeno deve essere fatta, ma non secondo il progetto di Terna. I grandi tralicci ucciderebbero sia la valle della Cravariola, sia il lago di Matogno. Il verbo è forte, ma non esagerato. Sono montagne troppo belle per sottoporle a un’operazione sacrificale.
Per fortuna non sono gli ultimi lembi incontaminati: l’Ossola ne conserva altri. E vanno tutelati, soprattutto quando esistono delle alternative logiche, razionali e praticabili. Il corridoio da seguire è quello esistente da quasi novant’anni. L’avevano già individuato i precursori delll’idroelettrico ossolano. È il solco vallivo della Toce, magari utilizzando l’asta della superstrada per interrare la linea nella parte finale.

Leggi tutto...

I quattro giovani più "alti" d'Europa

Passano tutta l’estate a oltre 4000 metri di quota. Improbabili anacoreti delle grandi altezze? No, sono i quattro custodi della capanna Regina Margherita, 4554 metri di quota, sul Monte Rosa. Cristiano Mergozzi, e Luca Torchio di Cervinia, Stefano Lanti di Macugnaga e Maddalena Bacher di Alagna sono gli uomini più "alti" delle Alpi. Stanno sopra le nuvole su una delle cime più elevate del massiccio, ma si sentono comuni mortali: "Questa è una specola splendida e ci sentiamo fortunati di poter lavorare in un posto che ci piace. Tutto qui".
Condensano così, in poche parole, la loro gratificante quotidianità. Per Mergozzi è la dodicesima estate d’alta quota. È il decano e il responsabile della gestione del rifugio che da alcuni anni è stata assunta dalla società "Rifugi del Monte Rosa" di Giuliano Masoni e Anna Pagani, ai quali il Cai Varallo ha affidato tutti i suoi rifugi.

Leggi tutto...

Le attività escursionistiche: una ricchezza per il territorio

Il prossimo  Mercoledì 1 febbraio 2012 alle ore 21.00 presso VILLA GIULIA in Corso Zanitello, 8 a Verbania Pallanza le Sezioni Est Monte Rosa del Club Alpino Italiano presentano: Le attività escursionistiche: una ricchezza per il territorio.
Saranno ricordate le escursioni a tema svolte nel 2011 "Cave e miniere nel VCO":

- Associazione "I figli della miniera" di Pestarena: "L'oro del Monte Rosa"
- Sottosezione CAI di Cameri: "La miniera d'oro dei Cani"
- Sezione CAI di Villadossola: "Le miniere di ferro di Ogaggia"
- Sezione CAI di Gravellona Toce: "Le cave del Duomo di Candoglia"
- Sezione CAI di Varzo: "Le cave di Ciamporino"

E al termine della serata sarà introdotto il tema delle escursioni 2012: "Parco della Valgrande" a cura della Scuola di Escursionismo Est Monte Rosa

Montagne deserte ed escursioni fiorite

Sulla Rivista del CAI di settembre-ottobre, il direttore Luca Calzolari parla di "montagna vuota d’estate" e invita a un dibattito. Sull’ultimo numero de "le Alpi Venete" il direttore Armando Scandellari rileva che "la scarsa frequentazione denunciata da Calzolari è piuttosto opinabile".
Sono d’accordo con lui. Ci sono aree iperfrequentate e altre irrimediabilmente dimenticate. No si può generalizzare. Nelle belle giornate estive la Zamboni non è certo deserta e nemmeno la "bassa" Quarazza, almeno dal Lago delle Fate (riviera "riminese"), alla Città Morta.
Ma basta alzarsi e al di fuori della mulattiera del Turlo si incontra il vuoto. Pochissimi salgono alla Babilonia. Pochi quelli che fanno il Colle della Bottigia. Quasi nessuno, il Colle del Piccolo Altare o il Passo della Miniera. Questi valichi sono molto più frequentati dalla Valsesia. Semplice: dal nostro versante richiedono ore di cammino.

Leggi tutto...

Record di giovinezza sulla cresta Signal

Record di giovinezza sulla cresta Signal, uno degli itinerari più impegnativi del gruppo del Rosa: Marco Vittone l’ha scalata a soli 15 anni, lo scorso agosto. Per questa impresa è stato premiato dal Club dei 4000, l’associazione che riunisce gli alpinisti, autori di almeno un’ascensione sulla parete est del massiccio.
Domenica scorsa  il Club ha tenuto il tradizionale raduno di fine stagione a Macugnaga. Un altro riconoscimento è stato consegnato dal presidente Nino Mascaretti alla Società escursionisti milanesi, proprietaria del rifugio Zamboni-Zappa, che ha festeggiato i 120 anni di costituzione.

Leggi tutto...

Giuseppe Oberto, un Walser guida alpina

Dopo la scomparsa di Walter Bonatti, Giuseppe Oberto è l’ultimo superstite della spedizione al Gasherbrum IV, organizzata dal CAI nel 1958 e considerata una delle imprese più importanti della storia dell’alpinismo extraeuropeo. Un libro di fresca pubblicazione la ripercorre, insieme a tutta la vita di Giuseppe Oberto, che ha compiuto 88 anni proprio il giorno della morte di Bonatti.
La monografia su Oberto è un doveroso omaggio a un grande alpinista, realizzato da un gruppo di amici, coordinati dal prof. Luigi Zanzi e da Beba Schranz. Nelle 150 pagine rivivono le sue ascensioni, compiute sul Rosa, su altre cime alpine e nel lontano Karakorum, raccontate con la semplicità e la riservatezza che hanno sempre contraddistinto questo "walser, guida alpina". Caso unico: era stato insignito del brevetto senza dover sostenere il consueto esame. Infatti, benché giovanissimo, il suo curriculum attestava da solo la capacità di svolgere la difficile professione.

Leggi tutto...

Il Rosa

La redazione del "Il Rosa" ci comunica che il giornale uscirà in futuro con cadenza quadrimestrale anzichè trimestrale, quindi solo tre numeri all'anno, questo per gli aumentati costi di spedizione. Il numero delle pagine potrebbe però aumentare; al momento le pagine sono 12.

Terra Acqua Cielo ...WildTrail

Terra Acqua Cielo
Uniti da una grande passione per lo sport e la montagna, un gruppo di amici ossolani sta organizzando uno grande evento per la prossima estate.
Il 7 Agosto 2011 si svolgerà infatti TerraAcquaCielo Wild Trail, una spettacolare cavalcata tra la natura incontaminata delle montagne ossolane.

TerraAcquaCielo il cui nome ricorda i tre principali elementi che la corsa incontrerà è un WildTrail di 50km con dislivello di 4.613 mt. ma sarà disponibile anche tracciato ridotto di 27km con "soli" 2.553 mt. attraverso i comuni di Pieve Vergonte, Piedimulera, Calasca Castiglione.

Per tutte le informazioni su questo importante evento sportivo che coinvolge sia l'Ossola che la valle Anzasca vi invitiamo a visitare il sito TerraAcquaCielo dove troverete le immagini, i filmati di presentazione, il programma e lo straordinario percorso che attrarversa anche tutta la splendida ValSegnara.

E NOI SAREMO SUL PERCORSO.........

CON LA FESTA DEL RIFUGIO PIROZZINI ALL'ALPE LAGO!!!

 
Un piccolo gesto che non ti costa nulla.
83003670037
Sostieni la tua Sezione!!!


In collaborazione con Sirio BlueVision la straordinaria mappa interattiva del nostro territorio con l'elenco delle strutture ricettive, gli itinerari e le traccie dei sentieri. 

 

2011-2018  -  CAI - Sezione di Macugnaga  - Partita I.V.A. 01301610034 -  Sito sviluppato con tecnologia CMS Joomla!™

Un Progetto realizzato da Liberotrek in collaborazione con MVM Consulting

Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Per approfondire leggi la nostra Privacy policy.

Accetto i Cookies e continuo.

EU Cookie Directive Module Information