Cai Macugnaga - Storie e altri racconti

Terra Acqua Cielo ...WildTrail

Terra Acqua Cielo
Uniti da una grande passione per lo sport e la montagna, un gruppo di amici ossolani sta organizzando uno grande evento per la prossima estate.
Il 7 Agosto 2011 si svolgerà infatti TerraAcquaCielo Wild Trail, una spettacolare cavalcata tra la natura incontaminata delle montagne ossolane.

TerraAcquaCielo il cui nome ricorda i tre principali elementi che la corsa incontrerà è un WildTrail di 50km con dislivello di 4.613 mt. ma sarà disponibile anche tracciato ridotto di 27km con "soli" 2.553 mt. attraverso i comuni di Pieve Vergonte, Piedimulera, Calasca Castiglione.

Per tutte le informazioni su questo importante evento sportivo che coinvolge sia l'Ossola che la valle Anzasca vi invitiamo a visitare il sito TerraAcquaCielo dove troverete le immagini, i filmati di presentazione, il programma e lo straordinario percorso che attrarversa anche tutta la splendida ValSegnara.

E NOI SAREMO SUL PERCORSO.........

CON LA FESTA DEL RIFUGIO PIROZZINI ALL'ALPE LAGO!!!

Rifugi e custodi: un bel binomio che onora la montagna

Per Guido Rey l’arrivo in un rifugio era una delle più belle emozioni dell’alpinista. Oggi è spesso una semplice operazione di routine. Più che alla storia (tutti i rifugi ne hanno una) e al fascino degli alpinisti (magari anche grandi) che ci hanno preceduto, pensiamo al menù della cena, alla doccia calda, al posto-letto, il più lontano possibile dai russatori.
Quanto ai custodi, sono considerati spesso dei venali ristoratori trapiantati in quota per ragioni di cassetta. Occhio ai prezzi! Occhio allo sconto CAI, nel timore che ce lo sgraffignino sotto il naso!
Stressati dalla fatica e nevrotici per l’affollamento, aborriamo il caos di certi flussi agostani, rimpiangendo la grata solitudine di lontani bivacchi ospitali.

Leggi tutto...

Alpe Lago

Vi segnaliamo un bell'articolo apparso sul sito www.ruralpini.it che parla dell'Alpe Lago in val Segnara e degli alpigiani Lorena Pirozzini e del marito Moreno Zanetta.

Una bella iniziativa per ricordare anche il padre Amedeo Pirozzini a cui abbiamo intitolato il nostro Rifugio/Bivacco.

Un pensiero dal Lussemburgo

Aspra, faticosa ed irriconoscente puo' esser la montagna, capita cosi' che si debba scavare la terra a mani nude per arrivare al cuore del ruvido montanaro ...
Un cuore spoglio di qualsiasi ornamento ...
Un cuore semplice,un cuore fiero. Ora che son lontana ...
in questa piccola landa, culla senza sponde, dai grigi orizzonti, dai verdi accecanti, quello che mi manca e' una montagna da poter scalare..con gli occhi..col cuore.

Savina Martinucci

Un presepe speciale

Da qualche anno l’Ass. Sportiva Calasca organizza un concorso per dei presepi a tema. Tutte le frazioni partecipano e quest’anno nella frazione Molini, Claudio Cappelli e Marco Farioli (entrambi soci della nostra sezione) hanno realizzato uno splendido presepe che ritrae l’alpe Lago, in valle Segnara dove è ubicato il nostro rifugio.  La composizione rispecchia con grande precisione tutte le baite: non manca nemmeno la piccola bandiera italiana accanto al rifugio dedicato all’alpigiano Amedeo Pirozzini.

Il Contrabbando a Macugnaga

Da qualche anno il Museo della Montagna di Macugnaga si è arricchito di un’esposizione indubbiamente originale, dedicata al contrabbando di montagna. È stata la prima del genere allestita in Italia.
Questa è una storia secolare, scritta su due fronti contrapposti: gli spalloni e i finanzieri (ma anche i doganieri svizzeri).
I primi documenti risalgono al ’600, quando i "frodatori" operavano fra la Lombardia e il Piemonte, minacciati di morte dalle grida dei governatori spagnoli. Nei secoli successivi si contrabbanda febbrilmente anche in montagna, fra l’Ossola. il Vallese e il Ticino. E in ambedue le direzioni.

Leggi tutto...

Ancora sulla manutenzione dei sentieri

Ci sembra doveroso pubblicare la lettera del Socio Antonini in risposta alle osservazioni del presidente:

Ringrazio Teresio per le precisazioni date, e di seguito vorrei chiarire meglio per non essere frainteso:

1) Sull’impegno delle persone del Consiglio Direttivo penso (e spero) che nessuno ed in alcun modo abbia nulla da eccepire, anzi ..! Il mio invito “al colpo di schiena” stà appunto li: non possiamo più basarci solo sul volontariato per attività critiche come quella della gestione dei sentieri, esponendo le persone che cercano di tappare le falle a facili critiche, ma avere il CAI una capacità di “appalto” ben organizzata.

2) Per chi va in montagna l’equazione SENTIERI=CAI è spontanea, e quando arriva in un nuovo posto e trova qualche anomalia il primo pensiero va dritto al CAI; ecco perché se come CAI Macugnaga devo prendermi le critiche vorrei essere anche in grado di gestire la situazione. Traduzione: in una situazione confusa, tutte le attività dei sentieri devono fare capo al CAI che con competenza e pianificazione gestisce enti, volontari e attività. Quanto detto da Teresio al punto 4 è chiarissimo ed il punto 8 vien da sé.

Leggi tutto...

Una nota dal presidente

Dopo alcune lettere di critica sullo stato dei sentieri giunte alla nostra Sezione Teresio Valsesia ha voluto fare il punto della situazione e alcune doverose precisazioni:

Comprendiamo le critiche dei nostri soci Gatti e Antonini poiché la rete sentieristica è uno dei servizi essenziali che una stazione turistica alpina deve offrire ai suoi frequentatori. Li ringraziamo per l’occasione che ci viene data rispondendo con con alcune doverose precisazioni anche perché riteniamo che essi non sono al corrente di alcune cose importanti. Lo facciamo come dovere poiché i nostri due soci, a differenza di quanto avviene sul sito di Macugnaga, non si sono nascosti dietro l’anonimato.

1) Dopo alcune nostre sollecitazioni, nel giugno 2008 l’Amministrazione comunale di Macugnaga ha indetto una riunione con tutte le associazioni e le persone interessate alla manutenzione della rete sentieristica di Macugnaga. In quella occasione è stata concordata una ripartizione dei compiti. L’elenco delle incombenze è stato trasmesso anche al Comune.

2) Il CAI (in collaborazione con la Seggiovia) si è assunto la manutenzione della parte del Sentiero naturalistico Belvedere-Fillar-Roffelstaffel-Biv. Pala-Pecetto.

3) Inoltre la nostra sezione ha assunto la segnatura e la manutenzione dei seguenti sentieri: Quarazza: Passo del Turlo, Passo della Bottigia, Colle del Piccolo Altare e Alpe Bill-Sonobierg-Meccia.

Leggi tutto...

 
Un piccolo gesto che non ti costa nulla.
83003670037
Sostieni la tua Sezione!!!


In collaborazione con Sirio BlueVision la straordinaria mappa interattiva del nostro territorio con l'elenco delle strutture ricettive, gli itinerari e le traccie dei sentieri. 

 

2011-2018  -  CAI - Sezione di Macugnaga  - Partita I.V.A. 01301610034 -  Sito sviluppato con tecnologia CMS Joomla!™

Un Progetto realizzato da Liberotrek in collaborazione con MVM Consulting

Questo sito utilizza i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web. Continuando ad utilizzare il nostro sito fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies. Per approfondire leggi la nostra Privacy policy.

Accetto i Cookies e continuo.

EU Cookie Directive Module Information